our Headquarters:

Ponte di Piave

via Gasparinetti,4

Motta di Livenza

via Sandro Pertini, 37

Ormelle

via Capitello Salute

Portobuffolè

Piazza Vittorio Emanuele

Would you like to write us something?

Inviaci un messaggio o una richiesta:

i dati contrassegnati con * sono obbligatori per inviare la richiesta

Your Name
Phone number, please

Contacts

President of the Cultural Association

Emilia Ivanova

tel. 339 1358181

e-mail: emilia@orkestrani.it

 

Pubblic Relations Manager

Andrea Tessarollo

tel. 349 5900455

e-mail: andrea@orkestrani.it

 

Digital Comunication Manager

Simone Basso

tel. 393 9378969

e-mail: simone@orkestrani.it

 

Mail - PEC:

orkestrani@pec.it

Chi Siamo

Vogliamo diffondere la passione per la musica e la cultura a quante più persone possibile. Offriamo collaborazioni agli istituti scolastici del territorio proponendo lezioni e concerti per scuole di ogni ordine e grado. Allestiamo eventi e spettacoli culturali di nostra produzione. Siamo aperti alle collaborazioni con le altre realtà del territorio. Presso le nostre sedi è possibile frequentare corsi e lezioni che spaziano dalla propedeutica alla teoria fino alle classi di strumento. La nostra scuola è convenzionata con il conservatorio musicale Steffani di Castelfranco Veneto (TV). Favoriamo ed incentiviamo la partecipazione all'attività orchestrale per tutti i nostri allievi.

Scuola di Musica

Vogliamo insegnare prima di tutto una cultura musicale e la passione per la musica. La nostra scuola ha una convenzione con il conservatorio musicale A. Steffani di Castelfranco Veneto. Le lezioni si svolgono nelle varie sedi in periodo scolastico. È possibile frequentare alcune lezioni di prova gratuite, per le quali vi preghiamo di contattarci. La scuola si articola in vari corsi divisi sia per età che per competenze.

Lezioni di prova gratuite

È possibile frequentare delle di lezione di prova gratuite. Contattaci o vieni a trovarci per maggiori informazioni.

Spettacoli

L'associazione ha prodotto negli anni una serie di spettacoli culturali originali o da autore curandone testi e musiche. Si è avvalsa nel tempo della collaborazione di attori e musicisti di riconosciuta fama. Sin dalla nascita della rassegna "Veneto Spettacoli di Mistero" ha partecipato ad ogni edizione riscuotendo ampi consensi da critica e pubblico.


Orkestrani Way Of Life

Avventura in Bulgaria

In occasione del nostro decimo compleanno abbiamo intrapreso un tour che ci ha portato a suonare a Sozopol, Aheloy, Burgas... Scopri il nostro viaggio in Bulgaria!

Laboratori per bambini

 

Attività per bambini a cura degli insegnanti delle classi di Propedeutica della nostra Scuola di Musica.

Vieni a conoscere tutti i ragazzi che collaborano ogni giorno con la nostra associazione, sarà un modo per incontrarci e forse... Potresti anche imparare qualcosa divertendoti (che poi è il modo migliore per farlo 😉).

I laboratori saranno operativi nei pomeriggi di sabato e domenica, dalle ore 15:00 alle ore 19:30. Verranno sospesi, solo temporaneamente, durante l'esecuzione dei concerti (consulta il programma di sabato e domenica).

 

 

Mastro

Geppetto

Un interessante racconto, per bambini e adulti, per imparare e vedere insieme come nasce uno strumento di liuteria.

Suonare

creando

Un laboratorio creativo in cui i bambini potranno costruire e decorare il loro personale strumentino a percussione.

Acchiappa

la nota

Una divertente corsa ad ostacoli con giochi coinvolgenti per acchiappare tutte le note e formale la scala musicale.

La storia

di...

Una emozionante caccia al tesoro guidata dal cantastorie più smemorato che ci sia!
Riuscirete ad aiutarlo a raccogliere i pezzi mancanti della storia??
... E che storia!!

 

Aiutaci ad

organizzare

al meglio l'evento,

compilando i dati.

Bastano due secondi...

Grazie.

Ti interessano i nostri laboratori? Prenotati o chiedi informazioni.

Ciao a tutti!

Sono Paola e non vedo l'ora di suonare, giocare e imparare insieme a voi!

Saranno due giorni magnifici in cui la Musica si diffonderà per creare un bellissimo piccolo Paese in cui tutti avranno modo di sentirsi coinvolti.
E per i più timidi, nessun pericolo, ci penseremo noi ragazzi con la nostra tipica spensieratezza e sana follia a trascinarvi! 😉

Mi chiamo Marika.

Studio musica da undici anni in questa splendida scuola e mi dedico in particolare allo studio del pianoforte; mi piace perché mi fa sentire libera, come se entrassi in un altro mondo in cui ho la possibilità di essere ciò che voglio.

Collaboro con gli Orkestrani perché li considero la mia seconda ed enorme famiglia e spero di trasmettere a tutti, grandi e piccini, le emozioni che provo con la musica e con questa scuola speciale.

Ciao!!!

Sono Samuele, un pazzo scatenato che si diverte a giocare e sperimentare con tutto ciò che riguarda la musica!

Passeremo insieme due bellissime giornate in cui tutti noi daremo un contributo per creare un Paese pieno di Musica, in cui sarà possibile riscoprire la musicalità che è in noi.

Ci sarà solo una piccola regola, lasciarsi trasportare da questa sana follia di curiosità e divertimento, dove ci saranno ragazzi e musicisti pronti a trasportarvi nel loro magico Paese della Musica 😉

Mi chiamo Anna Vittoria, ho 18 anni, studio musica da 10 anni e suono il violino. Mi piace la musica perché è qualcosa di estremamente personale e allo stesso tempo crea amicizie e permette di relazionarsi con gli altri. Sono convinta che attraverso questo progetto si possa trasmettere ai bambini la bellezza della musica e quanto con essa ci si possa divertire. Credo inoltre che si possa dare a molti bambini la possibilitá di vedere ed ascoltare dal vivo molti strumenti, fra cui alcuni poco noti, suonati da ragazzi giovani che dedicano tutto il loro tempo alla musica e che possono trasmettere la loro passione.

Sono Rebecca.

Suono il violino e insegno solfeggio e propedeutica nella nostra scuola di musica, con la quale collaboro per poter favorire la diffusione della cultura musicale e per permettere che quest’arte possa essere a disposizione di tutti.

note:

Il programma della manifestazione è suscettibile a variazioni, raccomandiamo di consultare il nostro sito che verrà costantemente aggiornato.

La manifestazione è garantita anche in caso di maltempo.

 

 

Pagina in allestimento

 

Per informazioni vi preghiamo di contattarci.

dalle 11:00

alle 12:30

Aperitivo Jazz

Vi offriamo l'aperitivo in giardino, con l'accompagnamento musicale di una vera Jazz Band.
Quale miglior modo di iniziare bene la domenica? 😊

Jazz band: Nicola D'Amico, Riccardo Caroni, Giovanni Fruzzetti, Sebastiano Zallot

dalle 15:00

alle 19:30

Ok

Visita il Paese della Musica

Visita al Paese della Musica.

Esibizioni dal vivo durante tutta la durata dell'evento con allievi e Maestri del Conservatorio "A. Steffani" di Castelfranco Veneto e della Scuola di Musica Orkestrani.

Laboratori didattici multipli.

Accesso alle sale espositive.

Liuteria.

Stand ProLoco Ponte di Piave.

Le attività verranno sospese per permettere l'esecuzione del concerto in programma dalle 17:30 alle 18:30 circa.

dalle 17:30

alle 18:30

Orme d'Irlanda

Concerto dell'Associazione Culturale e Scuola di Musica Orkestrani dedicato alla genesi della musica rock.

Un concerto allegro, dinamico, fresco. Un viaggio alla scoperta della genesi del genere rock. Un viaggio che partirà dai ritmi dal sapore mediorientale dell'antica città di Odessa, dove le contaminazioni si fondono pari passo con le prime civiltà colonizzatrici, per poi spostarsi con la tipica fluidità dell'arte a ritmi più divertenti e scanzonati, che sono stati rapidamente rapiti e trasformati nei ritmi serrati tipici della musica celtica e irlandese. L'evoluzione porterà poi alle musiche più cortigiane, meno classiche e più medievaleggianti. per finire con l'accenno al progressive e a qualche brano di musica contemporanea.

note:

Il programma della manifestazione è suscettibile a variazioni, raccomandiamo di consultare il nostro sito che verrà costantemente aggiornato.

La maggior parte degli eventi e della manifestazione sono garantiti anche in caso di maltempo.

dalle 09:30

alle 12:30

Visita al Paese della Musica

Attività didattica riservata agli istituti scolastici.

Evento gratuito, necessaria prenotazione.

Progetto didattico della durata di circa 1 ora e 30 minuti che prevede la visita guidata di vari ambienti musicali allestiti, con esibizioni a cura dei Maestri e degli allievi del Conservatorio "A. Steffani" di Castelfranco Veneto, incontro di liuteria, esposizione di strumenti e attività laboriatoriali a cura dell'Associazione Culturale e Scuola di Musica Orkestrani.

Per informazioni riguardanti il progetto didattico vi invitiamo a contattarci.

dalle 15:00

alle 20:00

Orario di apertura al pubblico

Visita al Paese della Musica.

Esibizioni dal vivo durante tutta la durata dell'evento con allievi e Maestri del Conservatorio "A. Steffani" di Castelfranco Veneto e della Scuola di Musica Orkestrani.

Laboratori didattici multipli.

Accesso alle sale espositive.

Liuteria.

Stand ProLoco Ponte di Piave.

Le attività verranno sospese per permettere l'esecuzione dei concerti in programma.

dalle 17:30

alle 18:30

Prove d'orchestra!

Il primo di ben cinque concerti che animeranno il Paese della Musica.

Vuoi sapere come funziona un'orchestra?

Vieni a sentire dal vivo come si svolgono le prove e come viene preparato un brano dai primi approcci fino alla completa esecuzione. Tutto rigorosamente alla luce del sole!

dalle 19:00

alle 19:45

Il Maestro Roberto Brisotto presenta l'ensemble In Contrà

Conferenza di presentazione dell'evento delle 20:30.

Il Maestro Roberto Brisotto presenta il concerto che seguirà, per dare tutte le informazioni utili a fruire l'evento nel modo più completo e appagante.

Sito del Maestro Roberto Brisotto

Pagina Facebook dell'ensemble In Contrà

dalle 20:30

alle 22:00

Il Maestro Roberto Brisotto dirige Ensemble In Contrà

L'evento avrà luogo presso la Chiesa di Ponte di Piave.

note:

Il programma della manifestazione è suscettibile a variazioni, raccomandiamo di consultare il nostro sito che verrà costantemente aggiornato.

La manifestazione è garantita anche in caso di maltempo.

Il paese della musica è dentro di noi, è la nostra interiorità.

Non è in principio, e per sua essenza, un luogo fisico ma dovunque andiamo, se la musica è dentro di noi, lo può diventare. Non importa il numero di persone; la popolazione può andare da una solamente a una moltitudine.

Ciò che conta è di quanto l'anima di ogni abitante è colma di musica.

Roberto Brisotto

 

 

in collaborazione con:

 

 

 

 

Il Paese della Musica è una specie di "Lego tematico" che, assieme a chi lo visiterà ed alle sue idee, si evolverà sempre di più per essere momento di conoscenza, condivisione, esibizionismo ed esibizione... Una fiera della Musica Colta che aspetta solo ciò che le serve per volare tra le menti di tutti e portare la bellezza ovunque: la vostra e la nostra passione!

Andrea Tessarollo

 

 

 

 

 

Cos'è il Paese della Musica

Il Paese della Musica si propone di essere un evento dall'elevato valore culturale che permetterà di avvicinare quante più persone possibili al mondo della musica, partendo dal basso, a fianco di chi frequenta questo mondo per professione, di chi la insegna, di chi la vive giorno dopo giorno. Incontrerete liutai, professori, Maestri, allievi e tutti gli strumenti con i quali si può fare musica. L'ingrediente principale, chi fa musica lo sa, sarà la passione; venite a scoprirlo anche voi.

Sarà una festa, che ci auguriamo di poter ripetere di anno in anno, alla quale siete tutti invitati a partecipare. L'ingresso è gratuito.

Due giornate dedicate interamente alla Musica che trasformeranno Ponte di Piave in un PAESE DELLA MUSICA!

  • 5 concerti
  • laboratori per bambini
  • esposizione di strumenti
  • liuteria
  • stand
  • incontri con professionisti
  • esibizioni

E tante altre idee che stiamo cercando di realizzare per regalare ai visitatori la possibilità di toccare con mano la buona musica e di capire quali sono i meccanismi che la muovono.

 

 

Consulta il programma dettagliato:

Sabato 22

Il Paese della musica ti aspetta dalle 15:00 alle 20:00, scopri le attività e gli appuntamenti della prima giornata!

More Info

Scuole

Una mattinata intera dedicata esclusivamente al mondo della scuola. Necessaria prenotazione. Scopri come fare.

Domenica 23

Il Paese della musica ti aspetta dalle 11:00 alle 20:00, scopri le attività e gli appuntamenti della seconda giornata!

More Info

 

 

 

Vuoi essere sempre informato per ogni novità? Iscriviti gratuitamente, ti basta inserire un indirizzo e-mail:

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche via e-mail (non ti preoccupare, non ti spediremo un sacco di fastidiose e-mail 😀 , solo quelle che servono 😉 ).

Join 859 other subscribers.

Desideri maggiori informazioni? Chiedi pure... 🙂

Il paese della musica è dentro di noi, è la nostra interiorità.

Non è in principio, e per sua essenza, un luogo fisico ma dovunque andiamo, se la musica è dentro di noi, lo può diventare. Non importa il numero di persone; la popolazione può andare da una solamente a una moltitudine.

Ciò che conta è di quanto l'anima di ogni abitante è colma di musica.

Roberto Brisotto

 

 

in collaborazione con:

 

 

 

 

 

 

"Il Paese della Musica è una specie di 'Lego tematico' che, assieme a chi lo visiterà ed alle sue idee, si evolverà sempre di più per essere momento di conoscenza, condivisione, esibizionismo ed esibizione... Una fiera della Musica Colta che aspetta solo ciò che le serve per volare tra le menti di tutti e portare la bellezza ovunque: la vostra e la nostra passione!"

Andrea Tessarollo

 

 

 

 

 

Cos'è il Paese della Musica

Il Paese della Musica si propone di essere un evento dall'elevato valore culturale che permetterà di avvicinare quante più persone possibili al mondo della musica, partendo dal basso, a fianco di chi frequenta questo mondo per professione, di chi la insegna, di chi la vive giorno dopo giorno. Incontrerete liutai, professori, Maestri, allievi e tutti gli strumenti con i quali si può fare musica. L'ingrediente principale, chi fa musica lo sa, sarà la passione; venite a scoprirlo anche voi.

Sarà una festa, che ci auguriamo di poter ripetere di anno in anno, alla quale siete tutti invitati a partecipare. L'ingresso è gratuito.

Due giornate dedicate interamente alla Musica che trasformeranno Ponte di Piave in un PAESE DELLA MUSICA!

  • 5 concerti
  • laboratori per bambini
  • esposizione di strumenti
  • liuteria
  • stand
  • incontri con professionisti
  • esibizioni

E tante altre idee che stiamo cercando di realizzare per regalare ai visitatori la possibilità di toccare con mano la buona musica e di capire quali sono i meccanismi che la muovono.

 

 

 

Questa è per noi una data-zero. Una prima volta. Da come andrà quest'anno si prenderanno le misure per il futuro.

Sarà un evento da vivere in molti modi. Potrete passeggiate attraverso le nostre sale, parlate con i nostri Maestri, ascoltate le loro musiche, la voce dei loro strumenti. Oppure lasciate scorrere il tempo, partecipando a un concerto, appassionandovi a uno strumento... La musica, come tutta l'arte, va assaporata lentamente. Se avete bambini, figli, nipotini, avvicinateli alla musica con qualche laboratorio giocoso. Potete passare alla spicciolata, cinque minuti e via, per portare un saluto veloce, o intrattenervi per una giornata intera. Sta a voi. L'ingresso è libero, così come pure l'uscita. Non c'è rigore, se non quello della serietà per il lavoro che stiamo facendo perché, per noi, la Musica è una cosa seria. Seria ma non seriosa.

Se siete curiosi (e anche un po' coraggiosi) fate al caso nostro. Così, magari, fra qualche anno, quando si parlerà di come tutto questo è nato, anche voi potrete dire: "Io c'ero".

Simone Basso

 

 

 

 

 

 

 

 

Consulta il programma dettagliato:

Sabato 22

Il Paese della musica ti aspetta dalle 15:00 alle 20:00, scopri le attività e gli appuntamenti della prima giornata!

Clicca per tutti i dettagli...

Scuole

Una mattinata intera dedicata esclusivamente al mondo della scuola. Necessaria prenotazione. Scopri come fare.

Clicca per maggiori informazioni...

Domenica 23

Il Paese della musica ti aspetta dalle 11:00 alle 20:00, scopri le attività e gli appuntamenti della seconda giornata!

Clicca per tutti i dettagli...

 

 

 

Vuoi essere sempre informato per ogni novità? Iscriviti gratuitamente, ti basta inserire un indirizzo e-mail:

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche via e-mail (non ti preoccupare, non ti spediremo un sacco di fastidiose e-mail 😀 , solo quelle che servono 😉 ).

Join 859 other subscribers.

Desideri maggiori informazioni? Chiedi pure... 🙂

 

 

 

L’associazione musicale

Gli Orkestrani

con la straordinaria partecipazione del coro A.N.A. 

I Gravaioli

presentano

DONNE IN TRINCEA

La Grande Guerra vissuta dalle donne

spettacolo musicale

sulla Grande Guerra

e sulle grandi Donne

di qua e di là del Piave

Donne, Piave, favole, leggende ma soprattutto forza e vita. Sul palcoscenico si affiancano gli Orkestrani con la loro orchestra di cinquanta elementi, tra maestri, allievi e coro di voci bianche e il coro A.N.A. "I GRAVAIOLI”.

Due gruppi musicali molto differenti tra loro fondono la musica classica, cori di voci alpine e canti popolari del secolo scorso, alternando la presenza di destra e sinistra Piave in quelle sponde che durante la prima guerra mondiale hanno separato le nostre genti, di qua e di là del Piave. Canti di enorme dolcezza e di spensieratezza, per omaggiare tutte le donne in quanto tali e perché sono riuscite a mantenere viva la speranza e l’umanità.

Guerra e pace, angoscia e speranza, vecchi e bambini, destra e sinistra Piave in un turbinio di suggestioni.

"Vecchi e bambini, donne e uomini,
ma soprattutto donne e vita!
Un ricordo della guerra ma dolce,
come solo il ricordo di una donna può essere…"

Gli Orkestrani nasce nel 2007 come Associazione Musicale con lo scopo di diffondere la musica classica e moderna. Al suo interno è già attiva un'orchestra che conta circa 40 ragazzi/e, con età compresa tra i 5 e i 18 anni. I brani eseguiti per questo spettacolo sono arrangiati e diretti dal M° Emilia Ivanova.

L'orchestra si avvale per l’insegnamento e affiancamento di Maestri di elevata preparazione, quali la presidente M° Emilia Ivanova ed il direttore artistico M° Roberto Brisotto.

Dal 2010 diventa anche scuola di musica con sedi a Ponte di Piave, Ormelle e Motta di Livenza.

Dal 2012 parte la collaborazione con il conservatorio di Plovdiv in Bulgaria.

Dal 2013 è scuola convenzionata con il conservatorio “Steffani” di Castelfranco Veneto.

Il coro dei Gravaioli è stato fondato nel 1976 da un gruppo di appassionati all'Associazione Nazionale Alpini di Maserada. 

Il nome testimonia l'affetto dei cantori per la loro terra, interessata, in parte, da particolari siti naturali, creati dalle diramazioni del fiume Piave, denominati Grave. Amore e natura sono i temi su cui poggia il repertorio dei Gravaioli, oltre naturalmente ai canti degli Alpini, memoria di un passato di tragedia, ma, al tempo stesso, dell'orgoglio di appartenere ad un corpo che si è sempre distinto per grande abnegazione.

Dal 2005 il coro è diretto dal Maestro Alessandro Facchin.

Lo spettacolo, ideato e scritto da Gli Orkestrani, si svolge con l'alternanza di letture e musiche. La durata dell'intero spettacolo è di un ora. 

Brevi letture, tra una musica e l'altra, hanno lo scopo di accompagnare e far comprendere allo spettatore alcuni momenti vissuti durante il conflitto, attraverso testimonianze dell'epoca, favole del periodo, ricostruzioni di fantasia e poesie.

Durante lo spettacolo verranno proposti alcuni spezzoni del racconto per ragazzi "Tranquillino" del 1916 e verranno proiettate delle splendide illustrazioni tratte dal libro (qui a lato una delle 30 tavole).

Le canzoni sono state scelte tra quelle dell'epoca proprio per attingere alla cultura e alla memoria storica. Il repertorio del coro degli Alpini vuole sottolineare l'attaccamento al territorio e il senso di smarrimento provocato dalla guerra. Altri brani sottolineano il senso di spiritualità in cui si cercava conforto durante gli anni dell'invasione austro-tedesca.

Lo spettacolo procede con un continuo alternarsi di situazioni relative alla destra Piave, meno a contatto con la realtà della guerra, e situazioni relative alla sinistra Piave, zone invece duramente interessate dal conflitto in seguito alla disfatta di Caporetto, con la conseguente invasione dell’esercito nemico e l'assedio subìto dalla popolazione non emigrata.

Quando dalla narrazione viene raccontata la destra Piave seguono canti speranzosi, anche volutamente spensierati e frivoli, ricercati tra i brani dell’epoca originati nell’Italia del Nord Est; mentre quando diviene la sinistra Piave l'oggetto delle letture il clima si fa più cupo e triste e l'esibizione musicale viene affidata alle memorie dei cori a cappella degli alpini.

Durante lo svolgimento dello spettacolo ci sarà modo di affrontare argomenti di carattere sociale molto complessi, tra cui la violenza subita dalle donne rimaste nelle loro terre e invase dall’esercito nemico. Verrà resa nota la storia poco conosciuta dell’orfanotrofio di Portogruaro in cui venivano portati i figli frutto di quei mesi di invasione.

Il finale è lasciato ad una canzone simbolo del repertorio della prima guerra mondiale “Stelutis Alpinis” per l’occasione eseguita con accompagnamento orchestrale.

Scaletta

Introduzione

I Gravaioli 

A destra della Piave

Marieta monta in gondoa

Sinistra Piave

Era Sera

Donne in guerra

Sofia

Caporetto

Notturno in baita

Un vecchio su un sasso

La biondina in gondoeta

La leggenda del fiume

La Teresina

Poesia

Ave Maria

Orfanotrofio

L'inverno (A. Vivaldi) - II Movimento - Largo 

Finale

Stelutis Alpinis

Lo spettacolo può essere eseguito nella versione completa o ridotta. In ogni caso viene mantenuta intatta la struttura generale della scaletta e il filone narrativo, ma vengono sostituiti alcuni brani dipendentemente dal tipo di organico scelto.

Biografia:

  • Tranquillino dopo la guerra vuol creare il mondo… nuovo…, Album per ragazzi, 30 disegni di Golia su versi di V. E. Bravetta. - Edito da Treves nel 1916
  • La Madonnina blu - poesia di Renato Simoni, pubblicata per la prima volta dal giornale Arena il 7 luglio 1918
  • "1918, l'ultimo anno della grande guerra" di Steno Zanandrea - ed. Istrit
  • ”La Guerra delle Donne" di Quinto Antonelli, tratto dal "Archivio della scrittura popolare”
  • "Sincronia e diacronia nelle scritture femminili sulla seconda guerra mondiale" di E. Alessandrone Perona, in “Passato e presente”, n. 30, 1993
  • "Una guerra femminile? Ipotesi sul mutamento dell’ideologia e dell’immaginario occidentale tra il 1939 e il 1945", E. Galli della Loggia in "Donne e uomini nelle guerre mondiali" A. Bravo (a cura di), Laterza, Roma-Bari 1991
  • "La Grande Guerra: età della donna o trionfo della differenza sessuale?" di F. Thèbaud in "Storia delle donne. Il Novecento", Laterza, Roma-Bari 1996
  • Dal web: http://www.rsi.ch/speciali/la-grande-guerra/approfondimenti/
  • IL PIAVE e L'IDENTITA ITALIANA (web: http://www.grandeguerra.rai.it/articoli/ )
  • Dal web: http://www.sandonadomani.it/documenti/guerra1915/
  • Donna, poesia anonima primi ‘900
  • Mario Silvestri, Caporetto, una battaglia e un enigma, Milano, BUR, 2003

“Le donne della guerra ed i loro misteri. Le donne sole a combattere la fame, gli orrori e le violenze per l'innato desiderio di vivere e di creare la vita e di mantenere la vita e... salvare la vita...
Di qua e di là del Piave...
Donne di sponda...
Là c'è da bere e da mangiare...
Tra favole e filastrocche... stramboti da cortile e canti di Alpini.
Fantasmi di mostruosità incomprensibili, relitti accompagnati al mare dal Fiume Sacro che divide destini ed anime.
Ogni tanto le sue ghiaie rendono qualche ricordo, da anni, incessantemente, periodicamente, dopo ogni piena... Pezzi di uomini contro... Lavati dal sangue inutile...
Riemergeranno dal Fiume per una sera richiamati dai canti.
Ritorneranno al Fiume nel silenzio pesante dell'acqua della piena... E la paura... Con noi per un'altra sera.
Tranquillino, il Papa Sarto e... Un orfanotrofio... dove nascevano... stelle alpine…”

Per qualsiasi tipo di informazione o richiesta è possibile rivolgersi ai seguenti referenti:

email: info@orkestrani.it
Basso Simone - cell. 3939378969
Tessarollo Andrea - cell. 3495900455

È possibile richiedere l'invio di materiale illustrativo, via mail o cartaceo, vi invitiamo a contattarci.

 

 

 

Marieta monta in gondoa (di Belloni, Cherubini, Concita)

Co sto afar del si e del no
moleghe 'n ponto, moleghe 'n ponto,
co sto afar del si e del no
molèghe 'n ponto tutti do!
Marieta, monta in gondoa
che mi te porto al Lido.
Mi no, che no' me fido,
ti è massa un impostor.
Cossa te disi cocoa?
Perchè, se in quel boscheto...
...Ti m'ha scroca' un baseto
per pissegarme el cuor.
E tiche-tiche-ti, ti ghe disi "no"
ma mi so' che te bate el cuore,
tiche-tiche-tà, anca lu lo sa
che a Venessia l'amor se fa in gondoeta.
Digo no, no' ghe vegno, no!
Co sto afar del si e del no
moleghe 'n ponto, moleghe 'n ponto,
co sto afar del si e del no
molèghe 'n ponto tutti do!
Ma guarda che spetacolo,
la luna xè d'argento.
No far del sentimento
cossa te vol, mi so'!
Sora le tonde cupoe,
voan le colombele.
E zònteghe pur le stele
ma no me fido, no!
E tiche-tiche-ti, ti ghe disi "no"
ma mi so' che te bate el cuore,
tiche-tiche-tà, anca lu lo sa
che a Venessia l'amor se fa in gondoleta.
Digo no, no' ghe vegno, no!
Co sto afar del si e del no
moleghe 'n ponto, moleghe 'n ponto,
co sto afar del si e del no
molèghe 'n ponto tutti do!
Va ben, va ben finimola,
mi ciapo un'altra strada
Te fa una balossada,
no so se te convien.
Mi cercarò Felicita
per farte un bel dispeto.
Mi no che no permeto
perchè te voglio ben!
E tiche-tiche-ti, ti ghe disi "sì"
anca a mi, sì, me bate el cuore,
tiche-tiche-tà, che felicità,
a Venessia l'amor se fa in gondoeta.
In gondoeta,
in gondoeta te darò un basin!

Ave Maria (adattamento B. De Marzi)

Ave Maria
piena di grazia,
il signore è con te
tu sei benedetta
fra tutte le donne
e benedetto il frutto
del seno tuo Gesù.
Santa Maria,
madre di Dio
prega per noi peccatori
adesso e nell’ora
della nostra morte.
Amen.

La mia bela se ciama Sofia (popolare triestino)

La mia bela se ciama Sofia
note e giorno la speta al balcon
la ga el naso che par un'arpia,
grassa e grossa la par un balon.
Come se fa? Come se fa?
Co go visto Sofia, me go inamorà !
Come se fa? Come se fa?
Co go visto Sofia, me go inamorà !
La ga i denti che par una sega:
tuti negri, nesuno de bon.
E la boca che par 'na botega,
più de quele che vendi carbon.
Come se fa? Come se fa?
Co go visto Sofia, mi son incantà !
Come se fa? Come se fa?
Co go visto Sofia, mi son incantà !
La sua testa la par una zuca,
senza gnanche un cavel che sia bon
e la porta una zerta piruca,
che ga fato monsiè Lavagnon.
Come se fa? Come se fa?
Co go visto Sofia, me son inamorà !
Come se fa? Come se fa?
Co go visto Sofia, me son inamorà!

Notturno in baita (di M. Marelli)

Notte sulla montagna,
buio nella capanna,
occhi di neve bianca
veglia Mariù.
Mariù cerca stelle nascoste,
Mariù scopre lacrime fredde,
Mariù piange, non dorme più,
Mariù!
Notte sulla montagna,
buio nella capanna,
occhi di neve bianca
veglia Mariù. Più
non dorme più.
Mariù nome di stella,
Mariù fiocco di neve,
Mariù viso di paglia,
non dorme più, Mariù!
Più non dorme più.

Era Sera (pop. Trentino)

Era sera,
era sera di un giorno di festa,
la mia bella, mi stava accanto.
Mi diceva, mi diceva
io t'amo tanto
Si te lo giuro,
Si te lo giuro davanti ai tuoi piè
I tuoi occhi,
i tuoi occhi son neri son belli,
i tuoi capelli, sono di oro.
Per te vivo, per te vivo
e per te moro
Si te lo giuro,
Si te lo giuro davanti ai tuoi piè
Dammi un riccio,
dammi un riccio dei tuoi capelli,
che li serbo, per tua memoria.
Là sul campo,
là sul campo della vittoria
I tuoi capelli,
i tuoi capelli li voglio baciar.
Là sul campo,
là sul campo della vittoria
I tuoi capelli,
i tuoi capelli li bacerò!

La Teresina (di B. De Marzi)

La fa su 'na cagnara in leto
la Teresina, la Teresina;
no la vole né brodo né pan:
la Teresina ze inamorà.
( Ma verzi la finestra
ma verzi anca la porta
piutosto de 'na morta
le mejo un fantolin).(2 V.)
Vien so pare con l'ocio de vero,
la Teresina, la Teresina,
- Non te vojo sposà da un teron!-
La Teresina la fa impression.
( Ma verzi la finestra
ma verzi anca la porta
piutosto de 'na morta
le mejo un fantolin).(2 V.)
Ma de note ritorna Ciccillo
la Teresina, la Teresina,
che el gà tolto l'anello al mercà:
la Teresina si sposerà.
( Mi sposo un siciliano
che sta davanti al mare,
mi sposo chi me pare
perchè sò inamorà).(2 V.)

Stelutis Alpinis (di Arturo Zardini)

Se tu vens cà sù ta' cretis,
là che lôr mi àn soterât,
al è un splàz plen di stelutis:
dal miò sanc 'l è stât bagnât.
Par segnâl une crosute
jé scolpide lì tal cret:
fra chês stelis nàs l'arbute,
sot di lôr jo duâr cuièt.
Ciol sù, ciol une stelute:
je 'a ricuarde il néstri ben,
tu 'i darâs 'ne bussadute,
e po' plàtile tal sen.
Quant che a cjase tu sês sole
e di cûr tu preis par me,
il miò spirt atòr ti svole:
jo e la stele sin cun te.

La canzone dei gravaioli (di T. Romeo)

Mormora il vento tra le verdi foglie
l’onda s’infrange sopra i passi bianchi
tornano a sera
i gravaioli stanchi
ma stanno il coro e cantono così:
Semo nati in riva al Piave e dormemo su le grave
al chiarore de le stele e sognemo cose bele,
tuto el giorno a taiar venchi l’è ‘na vita de tormenti
ma me basta do biceri e passa tutti i dispiaceri.
El gravaiol, el gravaiol.
Adesso il Piave l’hanno maltrattato
pare che sia passata un’altra guerra
e non si sente più cantar la sera
i gravaioli che tornan dal lavor.
Dentro el Piave el dì de festa
pare tutto na foresta
na foresta de bagnanti
che non va a pregar i santi.
Resta solo la memoria
de sta zente denza storia
che provava un gran piasere
a far sempre el so mestiere
El gravaiol. El gravaiol!

Eventi 2018

Eccovi un'anticipazione del nostro canale YouTube!

Consigliamo di iscriversi al canale YouTube per un accesso più completo a tutti i contenuti; basta cliccare sul pulsante rosso qui sotto. 🙂

La nostre sedi

Ponte di Piave

via Gasparinetti,4

Motta di Livenza

via Sandro Pertini, 37

Ormelle

via Capitello Salute

Portobuffolè

Piazza Vittorio Emanuele

Scrivici

Inviaci un messaggio o una richiesta:

i dati contrassegnati con * sono obbligatori per inviare la richiesta

Nome e Cognome
recapito telefonico

Contatti

Presidente

Emilia Ivanova

tel. 339 1358181

e-mail: emilia@orkestrani.it

 

Responsabile Pubbliche Relazioni

Andrea Tessarollo

tel. 349 5900455

e-mail: andrea@orkestrani.it

 

Responsabile Comunicazione Digitale

Simone Basso

tel. 393 9378969

e-mail: simone@orkestrani.it

 

Indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC):

orkestrani@pec.it

Chi Siamo

Vogliamo diffondere la passione per la musica e la cultura a quante più persone possibile. Offriamo collaborazioni agli istituti scolastici del territorio proponendo lezioni e concerti per scuole di ogni ordine e grado. Allestiamo eventi e spettacoli culturali di nostra produzione. Siamo aperti alle collaborazioni con le altre realtà del territorio. Presso le nostre sedi è possibile frequentare corsi e lezioni che spaziano dalla propedeutica alla teoria fino alle classi di strumento. La nostra scuola è convenzionata con il conservatorio musicale Steffani di Castelfranco Veneto (TV). Favoriamo ed incentiviamo la partecipazione all'attività orchestrale per tutti i nostri allievi.

Scuola di Musica

Vogliamo insegnare prima di tutto una cultura musicale e la passione per la musica. La nostra scuola ha una convenzione con il conservatorio musicale A. Steffani di Castelfranco Veneto. Le lezioni si svolgono nelle varie sedi in periodo scolastico. È possibile frequentare alcune lezioni di prova gratuite, per le quali vi preghiamo di contattarci. La scuola si articola in vari corsi divisi sia per età che per competenze.

Lezioni di prova gratuite

È possibile frequentare delle di lezione di prova gratuite. Contattaci o vieni a trovarci per maggiori informazioni.

Spettacoli

L'associazione ha prodotto negli anni una serie di spettacoli culturali originali o da autore curandone testi e musiche. Si è avvalsa nel tempo della collaborazione di attori e musicisti di riconosciuta fama. Sin dalla nascita della rassegna "Veneto Spettacoli di Mistero" ha partecipato ad ogni edizione riscuotendo ampi consensi da critica e pubblico.


Orkestrani Way Of Life

Avventura in Bulgaria

In occasione del nostro decimo compleanno abbiamo intrapreso un tour che ci ha portato a suonare a Sozopol, Aheloy, Burgas... Scopri il nostro viaggio in Bulgaria!