Paese della Musica – Un grazie a Longato pianoforti

Ma serve davvero andare fino al negozio? Oggi con un clic ti arriva tutto a casa… superato!!!

Questo concetto semplicistico e disastroso riduce le nostre possibilità di crescita e di servizio specialmente quando un negozio non è solo un ipermercato dove il bailamme di prodotti anonimi viene presentato da commessi sterili e per lo più impreparati se non alla bisogna.

Esiste il mercato su larga scala, imbattibile sul prezzo. E poi esistono (meglio… resistono) i negozi dietro l’angolo. Sono quei negozi che sono cresciuti di pari passo con le città, definendone le geometrie e i movimenti di chi le abitava. Rappresentano il tessuto originario del commercio e della vita sociale. Sono quei posti dove, se vinci l’imbarazzo iniziale di ammettere di sapere meno dell’oste, l’oste ti insegna tutto quello che c’è da sapere. Chiaro, dipende dall’oste. Negozi così sono imbattibili… anzi no, purtroppo non lo sono, sono invece fragili in balia di una concorrenza dirompente, che considera il concetto di libertà solo un accessorio alla parola mercato. Forse potranno resistere quelli che si sapranno reinventare. Che da semplice bottega, si trasformano in qualcosa di più alto. Ecco, Longato è uno di questi. Un negozio che, se ti serve una mano, per l’Arte e per la Cultura, te la dà.

Mi sono recato da Jeanmarie e gli ho chiesto di aiutare questo momento culturale del Paese della Musica; lui ha accettato mettendo a disposizione strumenti di vario genere e a libera scelta, alla bisogna:

Andrea, vieni e carica ciò che ti serve…

Ecco, nessuna Amazon o grande distribuzione potrebbe altrettanto e l’aiuto della famiglia Longato non è solo l’aiuto a una Scuola di Musica ma un effettivo, importante aiuto alla Cultura. Quella cultura che libera le menti e le persone e che tanto è temuta da chi vorrebbe un mondo di automi al quale noi preferiamo gli “autonomi”!

Certo ad aiutarci, in questo caso, non si mettono in tasca niente se non l’entusiasmo di partecipare e contribuire (ebbene sì, c’è gente a cui piace darsi da fare). Però l’arte e la cultura sono operati a beneficio di tutti e, quindi, sono convinto che alla fine tornerà anche a loro vantaggio. Magari proprio dalla prossima volta, quando qualcuno entrerà in un piccolo negozietto di strumenti musicali e potrebbe avere una cura maggiore nel giudicare il lavoro che svolgono. Sono sicuro che con occhi diversi sarete felici di pagare anche la differenza.

La differenza è qualche euro? Quanto vale la nostra libertà?

L’azienda Longato è una vera famiglia e la competenza è certa come la loro grande umanità!

Grazie a Mamma e papà Longato ed a Jeanmarie e Johnny e a tutti un caro abbraccio.

Visita il sito di Longato Pianoforti, nostro partner nell’iniziativa del Paese della Musica

Posted in Comunicazioni, eventi and tagged , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *