Se una notte di pioggia buia si accende di note perfette

Se arrivi da lontano, al buio di una notte di pioggia insistente, ne distingui a mala pena la sagoma stagliata contro lo sfondo delle case del Borgo. Vedi le luci sortire da finestre aperte, eterne a segnare un angolo resistente di tempo e vita…così apro quell’uscio antico e mi tuffo indietro, solo…

Non c’era ancora anima viva, solo io e l’oratorio che tra un po’ si accenderà di note perfette, di suoni adatti ad accogliere chi ha sfidato le intemperie vincendole assieme alla pigrizia. Una serata magica in compagnia di tanti amici ad ascoltare Miriam e Matteo! Flauto e chitarra da Bach a Villa Lobos, da Albèniz a Ravel.

La pioggia non ha smesso un minuto cessando solo dopo l’ultimo bis il suo frusciare insistente ma, per noi era l’ideale sottofondo ad un concerto intimo e caldo dove il fuoco era il suono di due strumenti giovani toccati col cuore!

Grazie Miriam Costa e grazie Matteo Curto.

A presto ed in bocca al lupo per martedì!

Posted in eventi, Eventi interessanti, O.W.O.L., opinioni and tagged , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *