Ritorno a Candolè – Concerto 6 ottobre

Eccoci qua.

Come promesso e annunciato ritorniamo nella splendida chiesetta di Candolè.

Dopo averla incontrata la prima volta lo scorso 8 settembre e averla riempita con i suoni della nostra orchestra giovanile, questa volta tocca a due giovani virtuosi regalare emozioni.

Prima di dirvi chi sono i musicisti che andremo ad ascoltare sabato, lasciatemi ringraziare Renato Bozzon, l’autore delle riprese che seguono, che ci ha addirittura regalato un DVD in ricordo della splendida serata dell’ultimo concerto. A breve troverete tutti i filmati sul nostro canale YouTube, per cui non vi resta che iscrivervi e godervi lo spettacolo:

 

Saranno Miriam Costa e Matteo Curto, rispettivamente flauto traverso e chitarra classica, a impreziosire con il loro lavoro, perché quello del musicista è innanzitutto un lavoro frutto di anni di studio, l’ambientazione della Chiesa dedicata alla Natività di Maria.

L’appuntamento è per sabato 6 ottobre alle ore 21:00.

Matteo Curto è già una nostra piacevole conoscenza, ha suonato assieme alla nostra orchestra proprio a Salgareda durante il nostro Tradizionale concerto di Natale.

Per farveli conoscere meglio, in attesa del concerto di sabato, durante il quale potrete conoscerli di persona, vi lascio dei cenni biografici.

Foto crediti: Matteo Zanini (matteozanini9@gmail.com)

Miriam Costa

nata nel 1997, frequenta l’ultimo anno del Triennio Accademico di flauto traverso presso il Conservatorio A. Steffani di Castelfranco Veneto sotto la guida del M° Raffaella Chiarini. 

Nel luglio 2016 ha conseguito la maturità classica presso il liceo M. Flaminio di Vittorio Veneto. Durante gli anni delle scuole superiori è stata invitata a partecipare come flautista a diverse iniziative e spettacoli teatrali concertanti promossi dal liceo. Nel 2011 è entrata a far parte dei primi flauti dell’Orchestra dei Giovani Musicisti Veneti, con cui si è esibita per un anno in vari concerti in tutta la regione.

Nel corso dei suoi studi ha seguito diverse masterclasses con maestri quali A. M. Alcaraz Segura, B. Buxtorf, M. Gaudino e i corsi di perfezionamento musicale di Chiusi della Verna (AR).

Da tre anni fa parte del trio di flauti “Ciospeghe”, formazione che nel 2016 ha vinto il primo premio al concorso “A tutto flauto” di Treviso, il secondo premio (primo non assegnato) al Concorso “Adriatic LNG dà il la ai giovani strumentisti veneti”, sezione musica da camera, in occasione del quale si è esibita alla cerimonia di premiazione nella Sala Apollinea Grande del Gran Teatro La Fenice di Venezia, e nel maggio 2017 il Primo Premio al concorso internazionale “Città murata” di Cittadella. Nel gennaio del 2018 il trio viene invitato ad esibirsi a Basilea per l’associazione Dante Alighieri.

 

Matteo Curto

nato nel 1996, si diploma al liceo artistico C. Rosselli di Castelfranco Veneto con il massimo dei voti. Inizia lo studio della chitarra presso il Conservatorio “A. Steffani” all’età di 13 anni. Attualmente frequenta l’ultimo anno del Triennio accademico sotto la guida del M° F. Sala. 

Nel mese di marzo 2014 ha conseguito il 1° premio al concorso internazionale “Un po’ di note” nella città di Occhiobello e nel mese di maggio dello stesso anno ha conseguito il 1° premio ai concorsi “Città di Piove di Sacco” e al concorso nazionale “La chitarra volante” a Brescia.

Nel mese di maggio 2016 ha conseguito il 3° premio al concorso nazionale “Città di Piove di Sacco”.

Assieme al Maestro G. M. Durighello ed altri musicisti fa parte dell’ensemble “Gruppo Ashirà” con cui ha partecipato alla rappresentazione de “Il Cantico dei Cantici-Nel giardino delle nozze” a Quero, Eremo di Lecceto (Siena) a Bassano del Grappa, Montefalco, “Fiore di Passione”, rappresentato a Roma e Mestre, Celebrazione del Vespro presso la cattedrale di Vicenza e “Giuseppe e i suoi fratelli” rappresentato a Jesolo, Borgoricco e Bassano del Grappa, “Charles de Faucauld, gridare il Vangelo con la vita”, rappresentato a Padova, Roma, Castelfranco Veneto, S. Martino di Lupari. 

Ha frequentato masterclasses con i maestri M. Nicolè, A. Baschiera, P. Pegoraro, M. dell’Ara, M. Gullo e, all’interno del Campus Internazionale di Salerno nelle edizioni 2016 e 2017, con i Maestri M. delle Cese, G. Tampalini.

Nel mese di agosto 2018 ha partecipato ai Corsi Internazionale di Perfezionamento Musicale di Cividale del Friuli tenuti dal M° A. Mesirca.

Suona una chitarra del liutaio sardo Rinaldo Vacca. 

 

Nel rinnovare l’appuntamento per sabato sera, lascio le indicazioni stradali:

 

Posted in Comunicazioni, eventi, Eventi interessanti and tagged , , , , , , , , .

Ho la testa tra le nuvole quel tanto che basta per bucarle e vederci dietro un po' di sole anche nelle giornate più grigie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *